Giovanni Prodi (1925-2010)

L’Associazione Italiana di Ricerca in Didattica della Matematica e l’Unione Matematica Italiana hanno istituito un premio destinato a un/una giovane studioso/a di nazionalità italiana che abbia dato un contributo scientifico originale nella ricerca in Didattica della Matematica.
Il premio è intitolato alla memoria di Giovanni Prodi, illustre matematico e tra i principali padri fondatori della ricerca in Didattica della Matematica in Italia.
Il premio sarà assegnato con cadenza quadriennale con primo bando previsto per il 2022. Sarà possibile trovare il bando e tutte le informazioni per la sottomissione delle domande in questa sezione del sito.

Regolamento 

Premessa
L’AIRDM (Associazione Italiana di Ricerca in Didattica della Matematica) e l’UMI (Unione Matematica Italiana) bandiscono con cadenza quadriennale un premio destinato a un/una giovane studioso/a di nazionalità italiana che abbia dato un contributo scientifico originale nella ricerca in Didattica della Matematica. Il premio, intitolato alla memoria di Giovanni Prodi, viene proposto congiuntamente a partire dal 2023 (con bando pubblicato nel 2022 ai sensi del successivo articolo 1). AIRDM e UMI concorrono in parti uguali all’ammontare del premio, fissato in 2000 euro.

Art. 1
L’AIRDM e l’UMI assegnano con cadenza quadriennale, tramite concorso, il Premio ‘Giovanni Prodi’. Il bando del premio viene emesso ogni quattro anni, la prima volta con scadenza entro la fine del 2022. Il premio viene attribuito a un/una giovane studioso/a di nazionalità italiana per il suo contributo nella ricerca in Didattica della Matematica e che non abbia superato i 40 anni di età entro il 31 dicembre dell’anno in cui viene bandito il concorso.
Il limite anagrafico è aumentato di un anno per le candidate, per ogni figlio/a, e per i candidati, per ogni figlio/a per la cui nascita è stata interrotta l’attività di ricerca per almeno 5 mesi. Il limite anagrafico è aumentato di un anno anche per ogni congedo superiore a sei mesi dovuto a motivi di salute. Le circostanze che danno diritto all’aumento del limite anagrafico dovranno essere dichiarate dalle candidate e dai candidati in apposita autodichiarazione da allegare alla domanda (articolo 5).

Art. 2
Il premio è assegnato da una Commissione di 5 membri, di cui 2 nominati dal Consiglio Direttivo dell’AIRDM su proposta della Presidenza AIRDM, 2 nominati dalla Commissione Scientifica dell’UMI su proposta dell’Ufficio di Presidenza UMI e 1 nominato alternativamente da AIRDM e UMI con le stesse modalità. Per la prima assegnazione del premio, la nomina del quinto membro è lasciata all’UMI.

Art. 3
L’AIRDM e l’UMI curano la diffusione del bando del concorso, che viene pubblicato nei rispettivi siti, nella Newsletter e sul Notiziario UMI. La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso sarà di almeno 60 giorni posteriore dalla data di emissione del bando.

Art. 4
La Commissione designa al suo interno il Presidente. Le deliberazioni della Commissione possono essere prese a maggioranza, e per quanto riguarda il merito, sono insindacabili. La Commissione può fare uso di strumenti telematici per il lavoro collegiale. 
La Commissione assegna il premio valutando la solidità teorica, il rigore metodologico, la rilevanza e l’originalità del contributo alla ricerca in didattica della matematica delle pubblicazioni scientifiche presentate dai/dalle candidati/e apparse come monografie o come articoli in riviste, atti di convegno, capitoli di libro di rilevanza internazionale e di prestigio nell’ambito della ricerca in didattica della matematica.
In assenza di candidature di adeguato valore scientifico, la Commissione può decidere di non assegnare il premio. In questo caso, il concorso sarà bandito nuovamente l’anno successivo.
La Commissione redige una relazione conclusiva sui propri lavori, contenente le motivazioni dell’attribuzione del premio e l’eventuale segnalazione argomentata di al massimo due altri/e candidati/e ritenuti/e particolarmente meritevoli. Il premio è indivisibile e non può essere assegnato più di una volta alla stessa persona. La relazione viene pubblicata sui siti dell’AIRDM e dell’UMI e sul Notiziario UMI.

Art. 5
Le domande di partecipazione al concorso vanno presentate alla Presidenza AIRDM, che ne trasmette prontamente notizia alla Presidenza UMI. Le domande devono contenere nome, cognome, data e luogo di nascita, recapito di posta elettronica del/della candidato/a. Alla domanda vanno allegati in formato .pdf:

  • curriculum vitae del/della candidato/a, volto soprattutto a inquadrarne la ricerca in relazione alle pubblicazioni sottoposte a valutazione, 
  • elenco di al più 8 pubblicazioni sottoposte a valutazione dal/dalla candidato/a, 
  • copia delle pubblicazioni (massimo 8) presentate dal/dalla candidato/a,
  • elenco completo delle pubblicazioni del/della candidato/a,
  • sunto della ricerca svolta dal/dalla candidato/a di al più 5 pagine, con riferimenti alle pubblicazioni presentate,
  • fotocopia di un documento di identità valido attestante la cittadinanza e la data di nascita,
  • eventuale autodichiarazione dei periodi di assenza dall’attività di ricerca per maternità/paternità o per motivi di salute.

Art. 6
La consegna del premio avviene, di norma e di intesa tra il Consiglio Direttivo dell’AIRDM e la Commissione Scientifica dell’UMI e su proposta della Presidenza AIRDM e dell’Ufficio di Presidenza UMI, in uno dei seguenti eventi:

  • giornata inaugurale del Congresso quadriennale dell’UMI,
  • seminario nazionale di ricerca in didattica della matematica dell’AIRDM,
  • assemblea annuale dell’UMI.

Le modalità di assegnazione del premio potranno essere modificate congiuntamente dalla Presidenza AIRDM e dall’Ufficio di Presidenza dell’UMI, sentiti il Consiglio Direttivo AIRDM e la Commissione Scientifica UMI.